AII 2008 – il bilancio

AII 2008 – il bilancio

2008 Anno internazionale per l'igiene

Il bilancio della campagna svizzera

Il 2008 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite "Anno Internazionale dell'Igiene Sanitaria". Anche la Svizzera ha lanciato la propria campagna d'informazione. Essa mira ad attirare l'attenzione della popolazione Svizzera sulla problematica dell'igiene sanitaria – sia in Svizzera, sia nei paesi del sud – e a mobilitare nuovi
investimenti del settore privato e pubblico per migliorare il livello di igiene sanitaria nelle regioni più sfavorite.

La campagna svizzera è portata avanti sinergicamente da molteplici partner pubblici e privati: la Direzione dello Sviluppo e della Cooperazione (DSC), il Segretariato di Stato all'Economia (SECO), gli Uffici Federali dell'Ambiente (UFAM) e della Sanità Pubblica (UFSP), l’Istituto di ricerca sull’acqua dei politecnici federali (EAWAG), come pure l'Associazione svizzera dei professionisti della protezione delle acque (VSA) e il Gruppo romando dei gestori di impianti di depurazione delle acque (GRESE).

Diverse giornate di porte aperte in una trentina di impianti di depurazione in occasione del "weekend dell'igiene sanitaria", un concorso di disegno nelle scuole elementari, due esposizioni itineranti, una serie di azioni di sensibilizzazione realizzate in occasione del festival e della giornata mondiale dei servizi igienici: ecco, in breve, le attività principali portate avanti nell'ambito della campagna d'informazione nel 2008.

Una trentina di articoli, interviste e servizi informativi sono stati diffusi dai media svizzeri, in particolare durante il telegiornale della sera. Le diverse azioni, grazie al loro importante impatto mediatico, hanno permesso di trasmettere i messaggi veicolati dalla campagna d'informazione a circa due-tre milioni di persone. Inoltre, la campagna ha permesso di mobilitare oltre quattro milioni di franchi (DSC, Rentokil, comuni e popolazione), con un ritorno sull'investimento corrispondente a un fattore dieci. La campagna d'informazione ha verosimilmente contribuito anche alla dinamica positiva osservata durante questi ultimi mesi nel settore dei microinquinanti. Essa ha pure permesso di accrescere la visibilità e di migliorare l'immagine professionale dei gestori degli impianti di depurazione. Infine va detto che la creazione di una rete svizzera di professionisti dell'igiene sanitaria è pure un risultato notevole di questa campagna.

Grazie proprio al successo ottenuto nel 2008, i membri del gruppo di coordinamento hanno deciso di continuare a portare avanti la loro azione comune: il decennio dell'acqua e dell'igiene sanitaria 2005-2015 sarà un contesto ideale per procedere con la campagna svizzera per l'igiene sanitaria.

Téléchargez le rapport de la Campagne Suisse pour l’Année Internationale de l’Assainissement en 2008.